Il morbillo da adulti

 

morbillo da adultiIl morbillo è una malattia che colpisce, nella maggior parte dei casi, i bambini. Tuttavia non è da escludere che anche che un adulto possa contrarre questa malattia infettiva. Esistono solo due modi per non prendere il morbillo: aver contratto il virus in passato (non potrà mai tornare una seconda volta) o essere stati vaccinati (basta un solo vaccino per annullare il rischio).
Il morbillo negli adulti presenta i sintomi classici. Febbre che raggiunge anche 40 gradi di temperatura, raffreddore, tosse, congiuntivite e difficoltà a svolgere i lavori più semplici. Dopo i 10-12 giorni di incubazione appariranno le prime bolle rosse vicino all'attaccatura dei capelli, le quali si espanderanno fino ai piedi e rimarranno per almeno 8-10 giorni.

 


I sintomi del morbillo di per sè non sono particolarmente terribili. Sono le complicazioni che, in alcuni casi, vengono dopo, a creare diversi problemi all'adulto che contrae il morbillo.

Il morbillo può portarsi dietro non poche spiacevoli sorprese. Si parte da una semplice diarrea che può essere combattuta abbastanza facilmente, all'otite, la polmonite, la laringite e alcune infezioni all'occhio.
Tra tutte le complicanze che possono derivare dal morbillo, negli adulti si alza il rischio di sviluppare l'encefalite. Questa malattia riguarda il sistema nervoso e può creare seri danni all'apparato celebrale, in pochi casi, può rivelarsi addirittura fatale.

Quando si contrae il morbillo in età adulta dobbiamo seguire alcune precauzioni. Prima di tutto è OBBLIGATORIO andare dal proprio medico non appena i sintomi sopra indicati, cioè febbre, raffreddore, tosse, eccetera, si fanno persistenti e non scendono con i classici medicinali. Dopo, sarà assolutamente sconsigliato uscire per non aggravare la situazione. La miglior cosa da fare è prendersi un periodo di totale riposo. Inoltre è bene ricordarsi che potremo contagiare chi ci sta intorno sia nei quattro giorni prima che l'eruzione cutanea si manifesti sia per i primi quattro giorni da quando le bolle sono spuntate sulla pelle.
 


Contrariamente a quanto si pensa, prendere il morbillo in età adulta, non è così facile. Nonostante questa malattia possieda un'alto potenziale virale, la popolazione adulta ha solitamente rafforzato abbastanza il proprio sistema immunitario da combattere egregiamente tali virus. Tuttavia non bisogna mai prendere alla leggera la cosa. Anche se non è facile prendere il morbillo, non significa che sia impossibile.

Appena entriamo a conoscenza che sul luogo di lavoro un collega ha preso il morbillo, quando sospettiamo che un figlio o un genitore sia stato contagiato, è bene prendere le distanze ed evitare il più possibile il contatto. Prevenire è meglio che curare, soprattutto quando parliamo di morbillo in età adulta!.